Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
dove la bellezza diventa ma raviglia
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Il parco
Il Parco

Il Parco costituisce uno dei siti archeologici più importanti e suggestivi del meridione italiano.

Nel territorio del Comune di Borgia, a 20 minuti da Lamezia Terme – principale snodo ferroviario / aeroportuale e autostradale della Calabria, in località Roccelletta poco più a sud di Catanzaro Lido, disposta sulla strada statale 384, si estende l’area del Parco archeologico di Scolacium, costituito nel 1982 da parte del Ministero per i Beni Culturali.

Comprende una vasta area che si estende lungo 35 ettari, all’ombra di un rigoglioso uliveto secolare, ed ha  il privilegio di far parte di quel nucleo fondamentale e fascinoso della storia antica noto come un Magna Grecia.

Il parco si sviluppa su una lieve collina che digrada verso il mare, a 200 mt in linea d’aria, con spiagge bianche e fondali verde blu,  e un memorabile affaccio sul golfo di Squillace.

I ritrovamenti archeologici rinvenuti sul luogo ne definiscono appunto l'identità con l'antica colonia greca di Skylletion, di cui però nulla rimane, cui successe la romana Minerva Scolacium e poi l’insediamento medioevale nomanno. E secondo numerosi altri studi, ci sarebbero molti altri indizi che farebbero pensare all’esistenza del borgo, ancor prima dell’arrivo dei greci.

Il percorso di visita inizia con l’imponente la chiesa abbaziale edificata dai Normanni tra l'XI e il XII secolo e probabilmente mai portata a compimento, forse utilizzata come struttura di difesa, chiamata appunto Roccelletta. Una costruzione che non finisce mai di lasciare senza fiato i visitatori per l’armonica compostezza delle forme e dei colori, mattoni rossi in stili architettonici diversi, romanico, bizantino, arabo, su edificazioni precedenti; vuota all’interno, con un’unica e grande navata che vede alla sommità l’abside in tre parti e raggiungibile mediante ampie gradinate che accolgono l’ospite più presente in questo parco, la cornacchia. Un uccello che, lungi da essere il portatore di negatività che talora le viene assegnata, ci ricorda invece il relativo  mito di Minerva ( peraltro, curiosissima circostanza,  nome e protettrice di Scolacium e ancor prima, come Athena, di  Skylletion)  e la tradizione medioevale per la quale la cornacchia è animale protetto da Dio.

Lungo il percorso, di Scolacium, troviamo poi il foro, il teatro, l’anfiteatro, la necropoli, ed anche il Museo Archeologico, allestito in un edificio a due piani appartenente al complesso signorile dei baroni Mazza, proprietari del fondo espropriato dallo Stato per la costituzione del parco,  dove sono esposti consistenti materiali provenienti dagli scavi e afferenti ad un arco temporale che va dal VI sec. a.c. al VI sec d.c.

Il Parco ospita altresì un interessante museo di archeologia industriale: il Frantoio (all’interno, tra l’altro, il primo frantoio elettrico della Calabria).
 
 
CONTATTI

T (+39) 366 436 2321

Fondazione Armonie d'Arte
via Skylletion snc 88021
Loc. Roccelletta - Borgia (CZ)